Resoconto stenografico dell'Assemblea
Seduta n. 713 del 27/4/2000
Back Index Forward

TESTO AGGIORNATO AL 28 APRILE 2000


Pag. 1


...
Annunzio della formazione del Governo e della rinunzia alla nomina da parte di un ministro.

PRESIDENTE. Comunico che il Presidente del Consiglio dei ministri ha inviato in data 26 aprile 2000 la seguente lettera:
«Onorevole Presidente,
ho l'onore di informarLa che il Presidente della Repubblica, con decreto in data 25 aprile 2000, ha accettato le dimissioni rassegnate il 19 aprile 2000 dal Gabinetto presieduto dall'onorevole Massimo D'Alema, nonché quelle rassegnate dai sottosegretari di Stato.
Avendo io accettato l'incarico di formare il Governo conferitomi in data 21 aprile 2000, il Presidente della Repubblica mi ha nominato, con proprio decreto in data 25 aprile 2000, Presidente del Consiglio dei ministri.
Con ulteriore decreto in pari data del Presidente della Repubblica, adottato su mia proposta, sono stati nominati ed hanno giurato i seguenti ministri:
ministri senza portafoglio: la dottoressa Katia Bellillo; l'onorevole professor Franco Bassanini, senatore della Repubblica; l'onorevole Agazio Loiero, senatore della Repubblica; l'onorevole Livia Turco, deputato al Parlamento; l'onorevole dottoressa Patrizia Toia, senatore della Repubblica; l'onorevole dottor Antonio Maccanico, deputato al Parlamento;
agli affari esteri, l'onorevole Lamberto Dini, deputato al Parlamento;
all'interno, l'avvocato Vincenzo Bianco;
alla giustizia, l'onorevole dottor Piero Fassino, deputato al Parlamento;
alle finanze, l'onorevole Ottaviano Del Turco, senatore della Repubblica;
al tesoro, bilancio e programmazione economica, l'onorevole professor Vincenzo Visco, deputato al Parlamento;
alla difesa, l'onorevole professor Sergio Mattarella, deputato al Parlamento;
alla pubblica istruzione, il professor Tullio De Mauro;


Pag. 2

ai lavori pubblici, l'onorevole dottor Nerio Nesi, deputato al Parlamento;
alle comunicazioni, l'onorevole dottor Salvatore Cardinale, deputato al Parlamento;
all'industria, commercio e artigianato e al commercio con l'estero, il dottor Enrico Letta;
al lavoro e previdenza sociale, l'onorevole professor Cesare Salvi, senatore della Repubblica;
alla sanità, il professor Umberto Veronesi;
ai beni e attività culturali, l'onorevole dottoressa Giovanna Melandri, deputato al Parlamento;
all'ambiente, l'onorevole Willer Bordon, deputato al Parlamento;
all'università e ricerca scientifica e tecnologica, l'onorevole professor Ortensio Zecchino, senatore della Repubblica;
alle politiche agricole e forestali, l'onorevole avvocato Alfonso Pecoraro Scanio, deputato al Parlamento;
ai trasporti e navigazione, il dottor Pierluigi Bersani.

Successivamente l'onorevole dottor Edo Ronchi, nominato ministro senza portafoglio, ha comunicato la propria rinuncia alla nomina.

Firmato: Giuliano Amato».

Back Index Forward